Odio dignissimos blanditiis qui deleni atque corrupti.

Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.

Anti-Flag

Anti-Flag @ Zona Roveri Music Factory – Bologna // June 8, 2018

+ Second Youth

Premesso che gli Anti Flag hanno l’attitudine insita nel DNA di far sentire sempre speciale ogni fan nel loro concerto, pura concretezza collaborativa e professionale a livelli unici. Non il tutto esaurito, ma una piazza calda quella di Bologna in cui i 4 di Pittsburgh riescono a mescolare in maniera molto avvolgente la vecchia e la nuova strada del loro percorso. Se in molti si aspettavano qualche calo di tensione, in parecchi hanno avuto la bella sorpresa di ritrovare Justin e compagnia in splendida forma. Uno show fluido, suonato con la solita dedizione figlia dell’ideale, slancio scenico rapportato quasi all’atletica visti i salti temerari di Chris2. Una buona miscela di tuffi nel passato, come l’inaspettata “Culture Revolution” direttamente da Underground Network (a memoria dopo tanti anni e tanti show degli Anti Flag vissuti in prima linea non ricordo di averla mai sentita suonata dal vivo e ammetto che il sentimento è emerso commosso).

La mia poca lucidità nel frazionare il tempo che correva non mi ha lasciato la concezione di quanto possano aver suonato ma come nei migliori di questi casi la musica ha sormontato ogni dettaglio deficitario della serata. Pat ha montato la batteria in mezzo alla gente, come sempre in segno di coesione, per consacrare quel patto non scritto, il concorso di colpa nella divisione delle parti; in fondo il concerto riesce bene se la band è su un binario e la gente di conseguenza la fa “pedalare” come su un lungo rettilineo.

Band quadrata, certa del suo lavoro, sempre come a casa, sempre in mezzo a gente che anche nel peggiore dei contesti diventa di conseguenza amica. Trasmettono ancora tanto la bellezza di suonare come in famiglia, ogni concerto è una tappa di una gita fatta di musica e per chi come me cerca la felicità anche sopra al palco la sensazione di sicurezza che trasmettono si tocca con mano.

Giudizio di parte, ma Anti Flag in splendida forma, sopratutto se Justine Sane riesce a mantenere una padronanza vocale simile. Esempio vero.

Second Youth

 

Testo: Vasco Abbondanza

Foto: Luca Ortolani

Thanks to Hub Music Factory, Sara Zaganelli and Rock Planet

 

 

 

 

Leave a comment

Add your comment here