Odio dignissimos blanditiis qui deleni atque corrupti.

Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.

Gazzelle @ Palaestragon

• Gazzelle •

P U N K   T O U R

Palaestragon (Bologna) // 21 Marzo 2019

Prosegue senza sosta il Punk Tour di Gazzelle che continua a registrare sold out ad ogni tappa e quella di ieri sera al Palaestragon di Bologna non è stata da meno rispetto alle altre.

Noi di Vez Magazine stiamo seguendo questo sorprendente tour sin dalla data zero all’Rds Stadium di Rimini. Siamo stati a Roma, a Milano e c’eravamo anche ieri, perché ascoltare Gazzelle è un po’ come rivedere ancora una volta uno dei nostri film preferiti, uno di quelli che non stanca e non annoia mai anche se conosciamo a memoria ogni battuta e sappiamo benissimo come andrà a finire o come ci faranno sentire alcune scene.

Con lui va a finire che durante quell’ora ora e mezza di live, hai la possibilità di saltare, ballare, piangere, fermarti a pensare, avere la pelle d’ora, sentire il cuore battere un po’ più forte con alcune parole e allo stesso tempo ritrovarti a sorridere di fronte ad altre.

Con lui va a finire che senti tutto, anche quello che credevi di aver dimenticato o archiviato in qualche angolo della testa, perché ha il potere di scavarti dentro e andare a fondo.

Con lui va a finire che capisci persino cos’hai dentro e sei lì con il telefono in mano pronto a fare quella telefonata o mandare quel messaggio per dire quel: “Mi manchi” o quel “Ti amo”.

Con lui riaffiorano i ricordi e i vuoti, ma allo stesso tempo quel sano egoismo che a volte fa mandare tutto a fanculo.

Di solito dopo aver visto un artista dal vivo, dopo aver ascoltato per tanto tempo un suo disco in attesa di un suo concerto, l’unica cosa che mi vien voglia di fare è smettere di ascoltare la sua musica almeno per un po’.

Ecco, con lui va a finire al contrario, perché l’ho ascoltato anche oggi e sicuramente lo ascolterò anche domani.

 

Grazie a VIVO Concerti

Testo: Claudia Venuti

Foto: Sara Alice Ceccarelli

Leave a comment

Add your comment here