Odio dignissimos blanditiis qui deleni atque corrupti.

Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.

Joan As Police Woman @ Teatro Sperimentale

• Joan As Police Woman •

Teatro Sperimentale (Pesaro) // 24 Novembre 2019

Joan Wasser, conosciuta come Joan As Police Woman, cantautrice statunitense di livello internazionale, torna a suonare in Italia per promuovere il suo nuovo lavoro uscito quest’anno Joanthology: una mega raccolta in 3 atti dei suoi brani, tra cui un inedito, una cover di Kiss di Prince e un album intero live registrato durante una BBC session.

Lo fa con una semplicità dirompente, urlando in punta di piedi, lo fa soprattutto da sola, one woman band. Lei, un pianoforte, una chitarra. Nulla più.

Pesaro, terza data italiana di quattro: la venue è il Teatro Sperimentale, in pieno centro, a pochi passi dalla casa del maestro Rossini. La musica scorre potente in queste vie!

Joan si palesa sul palco alle 21:15 circa, in un teatro pieno anche se non sold out, applausi, silenzio: si sistema al pianoforte e parte la magia della sua inconfondibile voce.

Tira fuori dal cilindro quasi tutti i suoi brani più celebri, accompagnata solo dal pianoforte o dalla sua chitarra, sempre da sola, semplice, potente, avvolgente.

Warning Bell, Tell Me, Human Condition, Wonderful solo per citarne alcuni, per poi sorprendere gli avventori con una meravigliosa cover, pianoforte e voce naturalmente, di Out Of Time dei Blur.

La cantautrice statunitense parla con il pubblico, lo fa spesso, forse anche per stemperare il clima di rispettoso silenzio, coinvolge, lo fa cantare, quasi a portarlo con se sul palco: Joan non è più sola, la sua band è il pubblico. Meraviglioso. Passano cosi i brani proposti, uno dopo l’altro, in un clima di rispettosa armonia.

Il concerto termina dopo quasi un’ora e tre quarti. 

Applausi scroscianti, Joan saluta e si inchina più volte, e scompare dietro le quinte del teatro.

Uno show unico, coinvolgente nella sua semplicità, sussurrato ma deciso, urlato in punta di piedi.

Testo e Foto: Siddharta Mancini

 

Grazie a: Amat

Leave a comment

Add your comment here